Vanoli sconfitta a Milano per 81-66 nella giornata natalizia. Biancoblù che resistono solo un tempo allo squadrone meneghino. La Vanoli chiude in vantaggio il primo quarto, si fa recuperare a metà del secondo parziale, chiudendo sotto solo di un punto. Al rientro dalla pausa lunga, Milano prende il largo e per la Vanoli non c’è più nulla da fare. Nelle fila cremonesi, in evidenza Woodside, miglior marcatore dei suoi con 16 punti ed una partita con più presenza a livello mentale. Per Milano, il solito Langford, buona prova per Melli e buon esordio di Hackett con 5pt e 6 assistenze. Di seguito una breve cronaca della partita.

Clicca QUI per vedere le statistiche complete.

Partita natalizia, in quel di Milano, per la Vanoli che si apre con due punti di Jackson, Lawal fa valere il fisico sotto le plance per i primi due punti per Milano. I primi minuti trascorrono sull’equilibrio e vedono una Vanoli giocare bene in attacco, costringendo Banchi a spendere il primo time out della partita dopo 5 minuti di gioco sul 8-15 per i biancoblù. L’Olimpia fatica un po a trovare il canestro e la Vanoli ne approfitta con un canestro di Woodside per il +9 . Due liberi di Gentile smuovono il tabellone per Milano che si fa sotto con una tripla di Jerrells ed una schiacciata di Melli, ben servito dal nuovo arrivo Hackett, ma Woodside piazza la tripla che consente ai biancoblù di mantenere le distanze e chiudere il parziale a +9 (15-24).

Jerrells apre il secondo parziale, al quale rispondono Spralja con una tripla e Jackson da sotto a Vanoli al massimo vantaggio (+12) dopo 3 minuti. Due triple, una di Hackett e l’altra di Wallace, rimettono in carreggiata Milano a -6 e costringono coach Pancotto al time out. Ancora Jerrells da tre e schiacciata in contropiede di Gentile per il -3 dopo che Marchetti aveva messo un bel canestro sulla sirena dei 24”. Milano aumenta i giri e chiude bene in difesa e si fa sotto a -1, poi quattro punti filati firmati Rich e Ndoja riportano la Vanoli a +5 con 3 minuti sul cronometro. Qualche disattenzione di troppo in difesa permette all’EA7 Milano di riportarsi a -1 con un solo minuto da giocare e time out Cremona. Si rientra dal time out e Milano trova il primo vantaggio della partita e chiude 36-35 il primo tempo.

Errori da entrambe le parti caratterizzano l’inizio del terzo quarto, spezzato da un semigancio di Wallace. La Vanoli non segna per tre minuti, l’Olimpia ne approfitta portandosi a +5. La Vanoli sembra aver perso la buona vena del primo tempo, subisce in difesa e fatica in attacco, il risultato è +10 Milano dopo cinque minuti. Un mini break di quattro punti della Vanoli costringe Banchi al timeout sul 53-44. Milano rimette le cose come prima e con un 6-0 si porta a +15, poi due liberi di Rich chiudono il terzo parziale sul 59-46.

Rich e Melli per l’apertura degli ultimi dieci minuti. È un botta e risposta per i primi quattro minuti che vedono la Vanoli rosicchiare qualche punto e portarsi a -10. Milano continua a trovare buoni canestri sia dal pitturato che dalla linea dei 6.75 ed allunga a +13 nonostante la Vanoli cerchi di rimanere in partita con Woodside e Jackson. La partita si trascina verso la sirena con Milano che controlla e vince 81-66.