Domina, resiste alla rimonta e alla fine vince meritatamente la Vanoli Basket Cremona che conquista anche il derby lombardo con Cantù (71-63). Una sfida avvincente e ben interpretata dagli uomini di coach Cesare Pancotto ha regalato emozioni sino al 40′: dopo tre quarti in assoluto controllo, ad inizio ultimo periodo la truppa di Sacripanti si gioca il tutto per tutto, spaventa i padroni di casa ed impatta, riaprendo così una gara sin qui sofferta. I biancoblu non perdono però il filo del discorso, mantengono saldi i nervi e dalla lunetta capitalizzano con puntualità. Ancora una volta la mano non trema nei momenti caldi e, come sempre, il gioco di squadra (tutti i giocatori cremonesi scesi in campo hanno segnato) proietta Vitali e compagni all’ennesima vittoria stagionale.

PRIMO QUARTO (21-17):

La palla contesa va a Cantù, ma i primi punti di serata sono per Kenny Hayes che appoggia al vetro e per Marco Cusin che fa la voce grossa nel pitturato. Jones prova a mettere in ritmo i suoi, poi ancora Cusin risulta vittorioso nel duello con Shermadini e l’esplosivo James Bell stoppa il centro georgiano. Feldeine da due passi accorcia le distanze, l’ottimo Cusin si appende al ferro di prepotenza e sul ribaltamento di fronte stoppa Shermadini propiziando così la successiva tripla in transizione di Bell (11-4 al 5′). Nella metà campo offensiva la Vanoli continua a far circolare la palla con velocità anche se, dopo un avvio scoppiettante in ambo i due lati del campo la formazione di coach Pancotto commette il terzo fallo di squadra, concede il taglio a Williams e la penetrazione al più che reattivo Feldeine. Cameron Clark sale così in cattedra con un canestro da top ten, infila la bomba e poi rispedisce al mittente il pallone di Gentile prima della conclusione vincente di Williams. Gli ospiti si riavvicinano sul meno uno, capitan Vitali realizza da tre anche se i veri protagonisti del finale di tempo sono Jones e Mian con il passo in allontanamento (21-17).

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona:  Hayes 2, Gazzotti, Vitali 3, Mian 2, Campani, Ferguson, Mei, Clark 5, Cusin 6, Bell 3. All. Pancotto.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom, Feldeine 4, Abass, Bloise, Lagana’, Maspero, Jones 7, Shermadini, Hollis 2, Buva, Gentile, Williams 4. All. Sacripanti.

SECONDO QUARTO (40-29):

A griffare l’inizio di secondo periodo è Giulio Gazzotti: l’ala classe ’91 apre le marcature e subito dopo si ripete per il nuovo mini allungo biancoblu (25-17) che costringe Coach Sacripanti al minuto di sospensione. In uscita dal time out Ferguson spara la trila e Williams, avversario temibile sotto le plance, pesca il terzo fallo di Campani. Il cambio con Cusin è quasi obbligato e proprio il lungo della nazionale realizza di personalità il gioco da tre punti che arresta il momentaneo parziale canturino. La fase centrale del match è scorbutica ma combattuta, gli ospiti beneficiano di diversi tiri liberi, mentre per la Vanoli il go to guy è Ferguson che infila la tripla frontale. Alcuni contatti al limite infiammano il pubblico del PalaRadi che subito dopo esplode di gioia per la parabola vincente disegnata dal numero 31 di casa Bell. Cantù è in rottura prolungata, Mian è maestro nel far saltare il difensore e segnare con il palleggio, arresto e tiro e tra cori ed applausi nell’ultima azione Ferguson pesca ottimamente Gazzotti che spara dall’angolo senza tuttavia trovare il fondo della retina.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona:  Hayes 2, Gazzotti 4, Vitali 5, Mian 4, Campani, Ferguson 6, Mei, Clark 5, Cusin 9, Bell 5. All. Pancotto.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 2, Feldeine 6, Abass, Bloise, Lagana’, Maspero, Jones 7, Shermadini, Hollis 6, Buva, Gentile, Williams 8. All. Sacripanti.

TERZO QUARTO (56-43):

L’inerzia non sembra cambiare nella ripresa con il capitano che non trema e segna la bomba. Johnson-Odom vuole riaccendere i suoi, ma il tandem Bell-Clark combina per la schiacciata e il contropiede che valgono il più 14 del 23′ (45-31). Ancora Vitali a bersaglio e ancora Johnson-Odom pronto a caricarsi sulle spalle i compagni con la tripla che timidamente riaccende la luce in casa Cantù. Jones commette un prematuro quarto fallo di squadra, Gentile torna in cabina di regia ma sono sempre i movimenti vicino a canestro di Marco Cusin il vero rebus da decifrare per la difesa di Williams e compagni. Bell si butta dentro con la moto (1/2), poi dopo l’errore Hollis interviene fallosamente su Clark, regalando così all’ala made in Usa altri due liberi (52-36 al 26′). Difesa e attacco con Gazzotti che prende il rimbalzo, Hayes che inventa e Cusin che ne pennella altri due. Eric Williams prova da solo a tenere i lombardi nei giusti binari della gara, ma dopo il time out Vanoli la coppia Vitali-Campani si procura l’ennesimo fallo di serata. Nelle battute conclusive Campani corregge la conclusione di Gazzotti, Feldeine spara a salve dall’angolo ma Abass è abile nel guadagnarsi un fischio e i conseguenti tiri dalla linea della carità.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona:  Hayes 2, Gazzotti 4, Vitali 10, Mian 4, Campani 2, Ferguson 6, Mei, Clark 9, Cusin 13, Bell 6. All. Pancotto.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 7, Feldeine 6, Abass 2, Bloise, Lagana’, Maspero, Jones 8, Shermadini, Hollis 6, Buva, Gentile, Williams 14. All. Sacripanti.

QUARTO QUARTO (71-63):

Dopo aver chiuso il parziale nuovamente sulla doppia cifra di vantaggio è però la banda di Sacripanti a rientrare sul parquet con maggior decisione. Cantù sorprende così i locali, riapre improvvisamente i giochi in meno di due minuti (56-52) e toglie ossigeno all’attacco locale che sembra aver smarrito la via del canestro. Una gara costantemente in controllo sia dal punto di vista del gioco, che sotto il profilo dell’intensità, proietta invece il pubblico del PalaRadi ad un finale tanto vibrante quanto inaspettato. Williams si fa trovare pronto all’appuntamento e pareggia, un pazzesco Clark fa un numero da capogiro e con tre minuti sul cronometro Gentile impatta nuovamente sul 63 pari. Fuori l’infortunato Cusin e dentro Campani (2/2), Cameron Clark riesce nell’intento di far commettere il quinto fallo al sin qui dominante Williams prima di trasformare un solo tiro libero (66-63). Sull’azione successiva Cantù si infrange contro la difesa cremonese, Hayes cattura il rimbalzo ma a Campani non riesce il gioco di prestigio. La tripla di Abass viene sputata dal ferro, Campani è glaciale dalla lunetta (68-63), poi Clark raccoglie il tiro sbilenco di Johnson-Odom e Vitali fa 1/2 dopo il fallo di Feldeine. A mandare i titoli di coda sul match è però James Bell: l’ala infatti intercetta, scappa in contropiede e appoggiando al vetro altri due punti regala una nuova vittoria alla sua Vanoli Basket Cremona.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona:  Hayes 2, Gazzotti 4, Vitali 11, Mian 4, Campani 6, Ferguson 6, Mei, Clark 17, Cusin 13, Bell 8. All. Pancotto.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 7, Feldeine 9, Abass 2, Bloise, Lagana’, Maspero, Jones 14, Shermadini, Hollis 6, Buva, Gentile 7, Williams 18. All. Sacripanti.