Applausi, sorrisi, grinta e cuore per la Vanoli Basket Cremona che tra le mura amiche supera anche l’esame Openjobmetis Varese (64-53). Una sfida ricca di colpi di scena, di sorpassi e di controparziali ha tenuto sino al 40′ in fibrillazione il caloroso pubblico del PalaRadi. Sacrificio e gioco di squadra, quindi, per una vittoria corale impreziosita dalle scintillanti prestazioni di Kenny Hayes (miglior marcatore con 24 punti), Cusin, Vitali e Mian. L’immagine di capitan Vitali che si butta su un pallone vagante a metà del secondo quarto, poi, coglie a fondo lo spirito che anima tutti i biancoblu. Piccole, ma grandi cose che in un match così equilibrato fanno la differenza. Varese, giunta all’appuntamento priva di coach Pozzecco (squalificato) e senza gli infortunati Kangur e Eyenga (ultimo arrivato in casa biancorossa), si conferma squadra solida, coriacea e temibile sia dall’arco con la coppia Callahan-Rautins, che sotto le plance con il trio Daniel-Okoye-Diawara. La Vanoli risponde d’energia, a tratti perde il filo del discorso nella metà campo offensiva, ma nel finale alza nuovamente il livello di un’ottava e vince meritatamente questo derby lombardo.

 PRIMO QUARTO (15-17):

Buon avvio da parte di entrambe le formazioni: nonostante alcuni errori al tiro, sin dai primi minuti le due contendenti cercano di imporre il proprio ritmo alla gara. Senza snaturare truppo il proprio gioco, Cremona e Varese si affrontano così a viso aperto senza risparmiarsi. Ad aprire le marcature ci pensa Rautins dalla lunga distanza, Hayes risponde in penetrazione, mentre Cusin riceve con continuità nel pitturato ed appoggia al tabellone il primo vantaggio Vanoli. Hayes da tre e Clark in acrobazia infiammano il numeroso pubblico del PalaRadi ed il duello Cusin-Daniel sotto le plance rende ancor più vibrante la sfida. I locali perdono lucidità offensiva ed in difesa faticano a contenere le incursioni del centro biancoblu, indiscusso protagonista di questo inizio di gara. Coach Pancotto allunga le rotazioni con Mian e Campani, Okoye viene pescato tutto solo a centro area, poi allo stesso Mian viene fischiato un fallo antisportivo su Diawara che realizza entrambi i liberi (15-9 all’8′). L’atletismo di Clark risulta fondamentale a rimbalzo, ma nelle azioni successive Okoye corregge una conclusione errata, la tripla di Ferguson viene sputata dal ferro e Campani commette il secondo fallo sempre su Diawara che questa volta pesca il jolly e segna sul fischio. Con a bersaglio anche il libero supplementare, Varese si riporta ad una sola lunghezza di distanza. L’inerzia è a favore dei biancorossi e prima della sirena Campani viene sanzionato con il terzo fallo di serata, mentra Willie Deane in penetrazione sigla il momentaneo più 2 Varese (15-17 al 10′).

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Hayes 4, Gazzotti, Vitali 3, Mian, Campani, Ferguson, Mei, Clark 2, Cusin 6, Bell. All. Pancotto.

Openjobmetis Varese: Rautins 3, Daniel, Casella, Robinson, Lepri, Diawara 7, Okoye 4, Deane 2, Callahan 1, Balanzoni, Pietrini. All. Pozzecco (in panchina Ducarello).

SECONDO QUARTO (35-33):

A sistemare le cose in casa Vanoli è il tandem Mian-Ferguson che ad inizio secondo periodo riattiva la dinamo biancoblu grazie a giocate d’intensità. L’attacco torna così ad essere incisivo dopo alcuni minuti senza mordente, mentre lo stesso Fabio Mian si ripete poco dopo concretizzando un gioco da tre punti. Sempre il numero 9 vanolino cattura un rimbalzo e regala un doppio possesso a Ferguson che si libera in palleggio senza però trovare fortuna (23-19 al 14′). Il capitano non trema dalla lunetta, Callahan punge da tre, ma un ottimo Cusin si fa trovare pronto per la schiacciata a centro area. Se gli ospiti sembrano maggiormente legati alle iniziative personali, gli uomini di Pancotto esprimono invece la loro miglior pallacanestro quando riescono a muovere con rapidità la palla. Passaggi rapidi, continui movimenti e gioco di squadra sono da sempre le armi in più di questa squadra. Partendo da questi presupposti, dall’arco Vitali buca la zona avversaria anche se sullo scarico lo specialista Callahan vanifica il canestro da tre punti del capitano cremonese (30-27 al 18′). Diawara non fa rimpiangere l’assenza di Daniel (a lungo in panchina per problemi di falli), Cusin illumina per Hayes, poi Robinson colpisce in contropiede e Cusin realizza entrambi i liberi a disposizione. A pochi secondi dall’intervallo, Robinson griffa l’ultima emozione del quarto.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Hayes 7, Gazzotti, Vitali 8, Mian 5, Campani, Ferguson 3, Mei, Clark 2, Cusin 10, Bell. All. Pancotto.

Openjobmetis Varese: Rautins 3, Daniel, Casella, Robinson 6, Lepri, Diawara 9, Okoye 6, Deane 2, Callahan 7, Balanzoni, Pietrini. All. Pozzecco (in panchina Ducarello).

 ZOVA7704TERZO QUARTO (49-48):

Tornati sul parquet, l’ala nigeriana Okoye e lo statunitense Kenny Hayes firmano rispettivamente i primi punti della ripresa. Dopo la seconda bomba di giornata di Rautins, Bell commette il terzo fallo su Daniel che fallisce entrambi i liberi. Clark prova a mettersi in ritmo con la tripla frontale, Rautins è glaciale, poi Cusin stoppa il sempre reattivo Daniel. Complici diverse conclusioni errate, la sfida prosegue all’insegna di equilibrio e basso punteggio. Fabio Mian è perfetto con il jumper dalla media, Deane sigla il 44 a 42 Varese (al 28′), mentre il rientrante Hayes (al posto di Vitali a riposo in panchina) permette ai biancoblu di mettere nuovamente la freccia. Ancora Kenny Hayes protagonista con il due su due dalla linea della carità, prima della doppia giocata vincente dell’USA Ed Daniel. Proprio l’ala classe ’90, dopo essere stata a lungo costretta a guardare i compagni dalla panchina, al momento sembra essere il giocatore con più verve. La Vanoli regge l’urto, continua a macinare gioco e con carattere mantiene la testa della corsa anche al termine di un periodo meno spettacolare dei precedenti (49-48 al 30′).

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Hayes 16, Gazzotti, Vitali 8, Mian 7, Campani, Ferguson 3, Mei, Clark 5, Cusin 10, Bell. All. Pancotto.

Openjobmetis Varese: Rautins 8, Daniel 4, Casella, Robinson 6, Lepri, Diawara 9, Okoye 10, Deane 4, Callahan 7, Balanzoni, Pietrini. All. Pozzecco (in panchina Ducarello).

 QUARTO QUARTO (64-53):

Grazie ad uno scarto pressoché minimo, la soluzione del giallo è così rimandata agli ultimi dieci minuti di gioco dove Daniel commette subito il terzo fallo e poi Campani sbaglia in attacco, ma rimedia immediatamente in difesa con la stoppata. Hayes si conferma il leader offensivo dei suoi, mentre ancora una volta la tripla in contropiede di Ferguson non trova fortuna. Canestro sbagliato, canestro subito con Robinson che pareggia con la bomba (51-51 al 33′). Fuori Ferguson e dentro Vitali, Diawara è il colpevole del terzo fallo di squadra dei biancorossi che vedono Bell svettare più in alto di tutti a centro area e segnare. I minuti passano, il punteggio non si sblocca e la tensione sale: si susseguono azioni confuse, con errori in fase di impostazione che sul 53 pari proiettano le due formazioni verso un mini supplementare. Hayes è scatenato, Cusin sempre prezioso nel pitturato e nonostante la difesa a zona di Varese l’mvp di serata Kenny Hayes incanta con il palleggio, arresto e tiro (57-53 al 37′). Tra gli applausi a scena aperta del PalaRadi, i padroni di casa stringono le maglie della difesa, costringendo gli avversari ad un’infrazione di 24 secondi. Rautins sparacchia da tre, sul successivo rimbalzo Callahan non trasforma i liberi e Hayes si prende il fondo del campo contro Robinson per l’ennesimo canestro importante (59-53). Il finale è concitato: Varese perde palla sul pressing biancoblu, Deane sostituisce Okoye, Callahan sbaglia dalla lunga distanza e Vitali in lunetta aumenta ulteriormente il divario. Con i tifosi ormai festanti, Cameron Clark chiude archivia definitivamente la pratica con la bomba del 64 a 53 finale.

Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Hayes 24, Gazzotti, Vitali 10, Mian 7, Campani, Ferguson 3, Mei, Clark 8, Cusin 10, Bell 2. All. Pancotto.

Openjobmetis Varese: Rautins 8, Daniel 4, Casella, Robinson 9, Lepri, Diawara 9, Okoye 12, Deane 4, Callahan 7, Balanzoni, Pietrini. All. Pozzecco (in panchina Ducarello).

Il tabellino completo.