VANOLI_prepartitaSi torna in campo dopo la sconfitta di misura con Cantù e si torna al PalaRadi per una sfida d’alta classifica con l’Umana Reyer Venezia, seconda della classe che si affaccia alla sfida con i biancoblu reduce da due successi consecutivi. Speranze playoff e voglia di far bene che si mescolano in un mix di talento, tattica e strategia: Cremona è forte delle sue certezze, la Reyer ha esperienza ed il clima è elettrico in vista di questa tredicesima giornata di ritorno di serieABeko. Ora più che mai bisogna restare uniti e continuare a sostenere a gran voce i ragazzi che anche nel monday night hanno dimostrato tutto il loro valore umano e sportivo. Insieme, quindi, verso l’obiettivo. Insieme, per uno sprint finale che, al di là dei risultati, porterà un’altra ventata di grandi emozioni nell’universo biancoblu.

Sprint Finale

Al PalaDesio Hayes e compagni hanno corso, lottato e difeso con mordente giocando così alla pari con una formazione d’élite come Cantù. Una palla recuperata, un rimbalzo offensivo o una difesa competente possono orientare una partita verso un successo oppure ne possono condizionare l’esito in maniera negativa. Il risultato conta ed è importante, certo, anche se non deve essere l’unico ed assoluto metro di giudizio di una stagione. E’ l’analisi del percorso intrapreso durante i mesi precedenti a concorrere nella definizione, positiva o negativa che sia, di un campionato. Non è ancora il tempo di bilanci, ma in questo 2014/2015 la Vanoli ha sorpreso, entusiasmato ed ha regalato gioie immense ai propri tifosi. In definitiva, cosa ha mostrato il derby lombardo? Che Cremona è pur stata battuta nel punteggio ma non sconfitta nello spirito.

 Il momento dell’avversario – Quaranta punti all’attivo e secondo posto in classifica alle spalle dell’EA7 Milano per la formazione orogranata che si presenta al PalaRadi con uno scintillante record di venti vittorie e sette sconfitte. Differenza canestri sin qui positiva (più 157) grazie ad un attacco in grado di segnare 2139 punti e ad una difesa, la terza del torneo, in grado di concederne solo 1982. In media, sono 79.2 i realizzati e 73.4 quelli subiti, mentre undici sono le vittorie interne (dove si sale a 81.8 di media segnati) e nove i successi esterni. Reduci dalle positive prestazioni casalinghe con Cantù (89-68) e Trento (90-80), Peric e compagni stanno per mandare in archivio una stagione di alto livello, caratterizzata anche da una striscia di sei vittorie consecutive realizzata tra la quarta e la nona giornata di andata.

All’andata andò così… Umana Reyer Venezia vs Vanoli Basket Cremona 82-56 (29 dicembre 2014)

Troppa Venezia per Cremona: al Taliercio finisce 82-56. La secondo frazione si apre con le due bombe di Gazzotti e Campani che mettono cremona davanti 24-22. Vitali mette la firma sugli ultimi due pregevolissimi punti cremonesi per il 37-35 all’intervallo. Tanta grinta e un po’ troppa frenesia nel rientro cremonese in ultima frazione che frutta comunque la tripla di Gazzotti, neutralizzata da Dulkys dall’altra parte del campo. Pancotto schiera un quintetto tutto italiano quando Venezia ha preso ormai il largo colpendo a ripetizione dall’arco ed a metà ultimo quarto il divario è di 25 lunghezze. Venezia controlla la gara negli ultimi minuti fino all’82-56 finale.

Stagione 2013/2014 – L’organico della squadra subisce importanti cambiamenti con l’arrivo di giocatori di livello come Andre Smith e Hrvoje Perić. Se i protagonisti della promozione Keydren Clark e capitan Alvin Young lasciano la laguna, sulla panchina rimane coach Andrea Mazzon anche se dopo sole 5 giornate viene sostituito con l’esperto Zare Markovski. Il cambiamento sembra portare a una scossa ma, nonostante un ottimo avvio, la formazione oro granata esce ai quarti di finale di Coppa Italia eliminata da Brindisi e chiude la stagione regolare all’undicesimo posto, ben al di sotto delle aspettative.

Umana Reyer Venezia 2014/2015

roster-2

Nell’estate 2014 la squadra viene nuovamente rivoluzionata con il solo Hrvoje Perić a venir confermato. Con Carlo Recalcati a dirigere il gruppo come capo allenatore, il team del presidente Luigi Brugnaro prova a rilanciarsi con acquisti di primissimo livello. Da Caserta arriva Cameron Moore (poi tagliato il 23 dicembre), mentre rinforzano la squadra il play ex Denver e Toronto Julyan Stone e il classe ’93 Michele Ruzzier (Trieste). Talento con la guardia ex Virtus Roma Phil Goss ed esperienza con Tomas Ress, ala centro in arrivo da Siena. Dopo aver indossato la canotta bianco verde vengono ingaggiati anche Benjamin Ortner (centro) e Jeff Viggiano (ala), mentre ritorna nella squadra della sua città anche la guardia Marco Ceron. Completano il roster l’ala lituana Deividas Dulkys (Wloclawek, Polonia), l’ala grande Spencer Nelson (dal 18/11/2014) ed i giovani Riccardo Bolpin (play), Alioune Guisse (ala/centro), Thomas Tinsley (play) e Dario Zucca (centro). A fine gennaio viene ingaggiato l’ex Cremona ‘JJ’ Jarrius Jackson, mentre in rosa dal 24 febbraio c’è anche l’ala centro classe ’90 Ivica Radic.

Come seguire l’incontro – La sfida valevole per la tredicesima giornata di ritorno di serieABeko verrà trasmessa in diretta (ore 12) su Gazzetta.it e GazzettaTv.

Classifica e quadro completo della giornata

rrrrrrr