La squadra rivelazione dello scorso torneo, partita da neo promossa, è arrivata subito ai playoff da quarta classificata in stagione regolare, con diritto di disputare quest’anno l’Eurocup. Dello scorso anno sono rimasti il capitano Forray, vera anima della squadra, giocatore che fa dell’aggressività e della capacità di creare dall’1c1 le sue doti migliori, Pascolo, una delle sorprese più positive dello scorso campionato che al suo esordio in A1 ha dimostrato una capacità di costruirsi un tiro in mille modi diversi sia fronte che schiena a canestro e Baldi Rossi, numero 4 perimetrale che esce dalla panchina e dà pericolosità nel tiro da 3 pts sia sugli scarichi che da situazioni di Pnpop. E finiamo con l’ultimo rimasto, il classe 1996 Flaccadori, che già lo scorso anno, pur con pochi minuti a disposizione aveva dimostrato, nonostante la giovane età di poter reggere il campo. Dopo gli ottimi mondiali u19 disputati in Grecia aiuterà Trento sfruttando il suo tiro da 3 pts. Tra i nuovi arrivati spicca il ritorno in Italia di Poeta, che dopo un’annata piena di problemi di infortunio vuole dimostrare di essersi messo tutto alle spalle usando la sua abilità nel creare dal proll come arma offensiva per scardinare le difese avversarie. Passiamo ora al capitolo americani. L’unica conferma e’ Sanders, all around, collante sia in attacco che in difesa, tiratore da 3 pts sia dal proll che dal palleggio e ottimo difensore. Dal campionato tedesco arriva Lockett, giocatore molto forte fisicamente, ottimo rimbalzista offensivo per essere una guardia, e tiratore in uscita dai blocchi. Nel ruolo di ala piccola troviamo Sutton, dotato di una forza fisica e di un atletismo davvero non all’ordine del giorno in questa Lega. Ottimo rimbalzista offensivo e difensore aggressivo, cerca di sfruttare le sue doti per avvicinarsi a canestro e concludere in area usando movimenti di potenza. Per finire uno dei giocatori più interessanti arrivati quest’anno nel campionato italiano: Wright. Giocatore atipico per il ruolo, con una tecnica di tiro davvero particolare ma estremamente efficace, ha una eccellente abilità nell’attaccare l’uomo nell’1 c1 partendo fronte a canestro dalla posizione di post alto o fronteggiando dal post basso. Finiamo con lo svedese classe 1995 Lofberg che finora ha avuto poco spazio ma che sicuramente seguirà il percorso di crescita di Flaccadori.