Quintetti:
Vanoli Cremona: Ferguson, Hayes, Bell, Clark, Cusin
Banco di Sardegna Sassari: Logan, Formenti, Dyson, Todic, Lawal

1^ quarto

Hayes e Bell danno subito fuoco alle polveri colpendo dalla distanza in avvio e così dopo due minuti Cremona è avanti 6-3. 3 rimbalzi, un fallo subito  e due schiacciate segnalano quanto Cusin ci tenga a far bene davanti al suo ex-pubblico. Dopo 2 minuti arriva l’alley-oop dalla rimessa per l’inchiodata di Clark che fissa il punteggio sul 15-7 per la Vanoli. Sassari rientra con Dyson da lontano e Lawal da vicino ma Cremona trova buone cose da Mian e Campani e alla fine del primo quarto conduce 23-22.

2^ quarto

Logan rimette subito Sassari davanti da 3 ma Hayes estrae dal repertorio soluzioni tanto acrobatiche quanto efficaci. Ferguson ricomincia da dove aveva smesso e piazza la consueta tripla di inizio secondo quarto che tiene Cremona con un possesso di vantaggio. Sassari prova a prendere il largo con Dyson e complici due brutte perse cremonesi a metà quarto la Dinamo prova a separarsi: 33-28 sul timeout di Pancotto con 5:43 da giocare. Partita poco fluida e percentuali che non si sporcano da entrambe le parti: Cremona tira 9/15 da 2 e 4/9 da 3, mentre Sassari tira 6/14 da 2 e 6/10 da 3. L’attacco cremonese subisce un momento di stallo nella seconda metà del quarto sino al canestro di Campani che porta a 9 i punti biancoblu nel quarto per il 40-34 con 1:23″ da giocare.

3^ quarto

Dyson fa male da lontano e da vicino e ci vuole l’intraprendenza di Hayes e Bell per tenere Cremona attaccata al match: 46-42 dopo 4 minuti. Sanders martella dall’arco coadiuvato da Logan e Sassari cerca di scappare dal +8 di metà quarto. Cremona è sempre lì grazie alle triple di Bell e Mian: 57-50 con 2 minuti da giocare nel quarto. Sassari si porta sul massimo vantaggio (+10) con la tripla di Sacchetti. Primi liberi per la Vanoli Cremona all’ultimo minuto del terzo quarto con Hayes e Campanile riportano lo svantaggio sotto la doppia cifra: 64-56 con 35″ da giocare.

4^ quarto

Dodicesimo punto di Campani in apertura lavorando di fino col perno e poi inchiodando su assist di Hayes. Cremona accorcia grazie anche a due ottimi rimbalzi d’attacco di Gazzotti che serve Ferguson per il comodo lay-up: 68-62 con 7:18″ da giocare. Bell piazza una tripla capitale dall’angolo ma Logan ricaccia indietro Cremona: 71-65  con 5:45″ da giocare. Cremona si porta sul -1 grazie a Bell che prima piazza una tripla dal nulla dall’angolo poi si invola a schiacciare in contropiede per il 73-72 con 4:47″ da giocare. Hayes pareggia tutto a 3:17″ dalla fine sul 75. Cusin riprende il suo errore dalla lunetta e mette il 78-80 con 1:48″ da giocare. Ma ci pensa ancora Dyson a rimettere Sassari davanti con 3 triple consecutive (30 punti). Ultimo cremonese con Cusin che appoggia il -2. Logan dalla lunetta mette l’86-82 con 17 secondi da giocare e Pancotto ci vuole parlare sopra. La palla persa sulla linea di fondo sancisce l’88-82 finale.