L’immagine di giocatori e staff festanti a centrocampo racchiude significati ed emozioni della prima vittoria casalinga di questo 2014 per la Vanoli Basket Cremona! Il primo sorriso casalingo arriva al termine di una prestazione maiuscola, dove con caparbietà ed attenzione si è confezionato un importante successo contro una formazione quotata come l’Enel Brindisi (87-72). Una partita emozionante e ricca di giocate spettacolari ha meritatamente premiato la formazione cremonese: oltre che tatticamente, la squadra ha vinto questa particolare sfida grazie a continuità ed aggressività difensiva, i due ingredienti richiesti alla vigilia da coach Pancotto. La squadra ha sfoderato un primo tempo stellare, ha resistito alla rimonta ospite del terzo quarto, per poi azzannare alla giugulare la partita nel momento decisivo. Il piano gara, poi, ha decisamente pagato con gli scarichi sugli angoli garantiti dal costante raddoppio sul portatore palla. Ivanov e Simmons nel pitturato e Bulleri e Denmon sul perimetro hanno creato dei grattacapi, ma Vitali e compagni sono rimasti sul pezzo sino al quarantesimo. La Vanoli esce così tra gli applausi del proprio pubblico, aggiungendo ancora una volta il proprio mattoncino a questo inizio esaltante di stagione.

 PRIMO QUARTO (22-17):

Coach Bucchi prova sin da subito a mischiare le carte lanciando il debuttante Cedric Simmons già in quintetto. La mossa non sorprende però i padorni di casa che hanno un avvio fulmineo con Hayes che sblocca le marcature con il jumper dalla media. In settimana Pancotto ha chiesto grande applicazione difensiva ai suoi che già dalla prime battute rispondono presente con il recupero e l’appoggio in transizione di Clark. Simmons fa a sportellate nel pitturato e prova a mettersi in partita firmando i primi due punti per l’Enel, mentre la reattività messa in campo nella metà campo difensiva dalla Vanoli permette a Vitali e compagni di scappare facilmente in contropiede: al 5′ minuto di gioco, è proprio il capitano ad infilare la tripla dall’angolo che vale il momentaneo 14-4. Dopo l’immediato timeout chiesto da Brindisi,  Ivanov prova a fare la voce grossa a centro area e Denmon riavvicina i pugliesi grazie ad una conclusione da tre punti. Il minuto di sospensione stavolta arriva dallo staff biancoblu che cerca di spegnere sul nascere ogni tentativo di rimonta ospite. Ivanov dimostra di essere un lottatore vero, ma sul ribaltamento di fronte la coppia Clark-Ferguson trova solo il fondo della retina. La sfida è vivace, entrambe le formazioni hanno i giri a mille e, con il rischio anche di eccedere, provano a spingere con continuità la transizione. Prima della sirena Mian fa esplodere il PalaRadi, Ivanov realizza anche dalla lunga e la preghiera da centrocampo di Mian non trova gloria.

Vanoli Basket Cremona: Bell 3, Campani 2, Clark 6, Cusin, Ferguson 3, Gazzotti, Hayes 2, Mei, Mian 3, Vitali 3.

Enel Brindisi: Bulleri, Cournooh, De Gennaro, Denmon 4, Harper, Henry 2, Ivanov 7, James, Morciano, Simmons 4, Turner, Zerini.

 SECONDO QUARTO (48-33):

L’inizio del secondo periodo è da incorniciare: a griffarlo è Kenny Hayes che prima conclude una ripartenza inchiodando a canestro e poi regala un assist da capogiro per Gazzotti che tutto solo sigla il 26 a 17 (12′). Brindisi ha però stretto le maglie della difesa, in attacco muove con pazienza la palla in attesa del tiro migliore e con una fortunosa penetrazione di James dimostra di essere avversario coriaceo. Ritmo alto, scarichi negli angoli per i tiratori, però, sono anche il mantra dei biancoblù che con Luca Vitali e Kenny Hayes confezionano un altro gioco da tre punti. Dopo la persa dello stesso Vitali ed il canestro di Denmond, Cusin segna e poi inizia il valzer dei tiri dall’arco che vedono protagonisti Gazzotti, James Bell e un Denmond stellare (già 15 punti a referto). Il fallo dello stesso numero dodici brindisino manda in lunetta Kenny Hayes che dalla linea della carità realizza entrambi i liberi. Campani è fondamentale ai fini della manovra, si fa notare per un paio di ottime conclusioni anche se è Bell ad infiammare il pubblico con l’ennesima bomba della serata. Harper prova a tenere in linea di galleggiamento l’Enel, ma Hayes è di diverso avviso, si apre in corner e con la tripla illumina un primo tempo show della Vanoli.

Vanoli Basket Cremona: Bell 9, Campani 6, Clark 6, Cusin 2, Ferguson 3, Gazzotti 5, Hayes 11, Mei, Mian 3, Vitali 3.

Enel Brindisi: Bulleri, Cournooh, De Gennaro, Denmon 15, Harper 2, Henry 2, Ivanov 8, James 2, Morciano, Simmons 4, Turner, Zerini.

TERZO QUARTO (61-53):

La ripresa si apre con un gran rimbalzo difensivo di Cusin, purtroppo vanificato dal successivo antisportivo fischiato a Vitali sul sempre reattivo Denmon. Brindisi cerca di togliere lucidità al portatore di palla ricorrendo sistematicamente al raddoppio, mentre abbassa il ritmo del match con una zona 2-3 decisamente dinamica. I cremonesi sono squadra duttile e con Hayes provano a riprendere l’esaltante trend di fine secondo quarto, mentre la guardia USA classe ’90 Marcus Denmon si conferma leader offensivo dei pugliesi e con freddezza realizza ancora da tre. Entrato Gazzotti al posto di Clark (terzo fallo per lui), proseguono tuttavia i problemi in attacco per la Vanoli che improvvisamente sembra aver smarrito la brillantezza iniziale. Il 2/2 ai liberi di Campani ed il canestro di Vitali mantengono sulla doppia cifra il divario tra le due rivali (56-46 al 28′), che rispondono colpo su colpo grazie alle intuizioni di James, Mian, Bulleri e dello stesso Mian. L’ultima emozione del periodo la regala Harper che manda a referto il 61-53 del 30′.

Vanoli Basket Cremona: Bell 9, Campani 11, Clark 6, Cusin 2, Ferguson 5, Gazzotti 5, Hayes 13, Mei, Mian 5, Vitali 5.

Enel Brindisi: Bulleri 3, Cournooh, De Gennaro, Denmon 22, Harper 4, Henry 2, Ivanov 8, James 6, Morciano, Simmons 6, Turner 2, Zerini.

QUARTO QUARTO (87-72):

Con i giochi riaperti, Massimo Bulleri realizza d’esperienza dalla lunga e Vitali corregge a canestro una propria conclusione. Hayes subentra a Ferguson, Vitali non è fortunato nell’uno contro uno con Ivanov e così coach Bucchi decide di fare due parole con i suoi e chiama time out. Pancotto dalla sua ripropone Clark (al posto di Mian), Hayes incita il pubblico di casa e dopo il terzo fallo di Denmon, Bulleri appoggia al vetro, prima della parabola vincente di Campani. Con capitan Bulleri in striscia positiva, Luca Vitali ha l’intelligenza di attaccare proprio il diretto avversario, costringendolo al quarto fallo di serata, per un più che prezioso due su due dalla lunetta (67-60 al 35′). I biancoblu sono tornati nei binari della partita d’energia e con un altro guizzo di Vitali allungano nuovamente. Denmon stavolta sbaglia, Clark invece si libera sullo scarico, trova il fallo avversario ed è perfetto dalla linea della carità. Con un extra possesso conquistato dalla presenza di spirito di Vitali, Campani trova il jolly da due passi prima del quinto fallo di un ottimo Cameron Clark. Sul 74 a 60 del 37′, l’Enel torna a segnare dalla lunetta, Bell ripropone il copione dalla parte opposta e poi il pressing costringe Denmon ad un passaggio sbilenco che termina out. Qui arriva la giocata della partita: in precario equilibrio, James Bell segna una tripla pazzesca che esalta pubblico e compagni. Nonostante l’immediata controrisposta di Denmon,  di fatto l’antisportivo fischiato poco dopo a James con un minuto e trentaquattro secondi sul cronometro sancisce la fine delle ostilità. La Vanoli resiste di personalità alla rimonta Enel e con merito vince tra le mura amiche.

Vanoli Basket Cremona: Bell 16, Campani 15, Clark 8, Cusin 2, Ferguson 5, Gazzotti 5, Hayes 17, Mei, Mian 5, Vitali 14. All. Pancotto.

Enel Brindisi: Bulleri 8, Cournooh 4, De Gennaro, Denmon 30, Harper 4, Henry 2, Ivanov 8, James 6, Morciano, Simmons 6, Turner 4, Zerini. All. Bucchi.

Il tabellino completo.

Photo courtesy: www.baskettiamo.com