Quintetti:

Young, Scott, Moore, Howell, Gaines

Vitali, Hayes, Bell, Clark, Campani

1° quarto

Canestri inviolati per quasi due minuti fino alla rubata di Gaines sotto il canestro cremonese per il primo vantaggio campano della partita, mentre quello biancoblu è subito sancito dalla tripla di Clark, che va inchiodare subito dopo involandosi in contropiede. Vitali ricuce un gioco rotto e infila la tripla del +5 dopo 4 minuti. Quando Vitali trova Campani da dentro l’area per il 10-2 cremonese, Molin è costretto al timeout. Brutte perse e amnesie a rimbalzo costano alla Juve il -12 in finale di quarto, dopo la tripla di Ferguson che mettendo 3 liberi consecutivi nel ossesso successivo chiude il quarto sul 12-25.

Vitali piazza una tripla ben trovato da Cusin, che dall’altra parte costringe Howell alla persa: 15-28 a metà di un quarto in cui gli attacchi non hanno certo brillato per fluidità. Due triple consecutive di Clark e Hayes mettono Cremona avanti di 13 sul 22-35 degli ultimi 3 minuti. Cremona scappa sul +15 negli ultimi due minuti e i fischi del palaMaggiò sottolineano impietosamente le difficoltà dell’attacco bianconero. Cusin va a referto dalla lunetta, mentre Caserta prova a rientrare da lontano ma l’1/10 dall’arco contrasta con l’ottimo 6/11 cremonese che diventa 7/11 dopo una pazzesca tripla cadendo all’indietro di Hayes per il +20 biancoblu. Sul contropiede cremonese Scott ferma con un antisportivo Ferguson: negli ultimi 22 secondi del primo tempo ci sta solo la preghiera di Gaines prima che il rientro negli spogliatoi sul 24-45 sia subissato dai fischi dei tifosi stizziti che iniziano a contestare vivacemente la squadra.

vanoli cremona_02

Cusin al posto di Campani per Pancotto ad inizio terzo quarto e in neo arrivato pesca subito Hayes in lob per il jumper in avvitamento che vale il +23. Hayes rende il favore e Cusin sul possesso successivo inchioda la bimane. Il nativo di Dayton continua a fare male trovando ancora il suo floater in fade away per il 28-51 dopo 3 minuti. Scott dall’arco prova a rianimare i suoi con due triple ma Cremona esegue splendidamente sul lato: Vitali-Bell-Cusin per il taglio di Clarke e +22 a metà quarto. Caserta si rifa sotto appoggiandosi a Howell e Moore fino al -13: 44-57 con 3 minuti nel terzo quarto. Ma gli entusiasmi del PalaMaggiò sono freddate dalla schiacciata a due mani di Bell dalla linea di fondo. Mordente prova ad infiammare nuovamente il pubblico dall’angolo ed una brutta persa di Ferguson rimette così la palla in mano ai campani sul -12 a 120″ dall’intervallo corto. Il nativo di Luisville si riscatta prontamente, però, intercettando in difesa ed andando a trovare di mestiere puro il quarto fallo di Scott che si accomoda in panchina. Campani trova il canestro e il fallo che inducono Molin al minuto di sospensione. Young accorcia dall’arco prima che sulla rubata Moore metta il layup. Ultimo possesso biancoblu ed ennesimo canestro da antologia di Hayes (16 punti): 52-66 alla fine del terzo quarto.

19° punto di Hayes dai 6,75 cadendo all’indietro per aprire l’ultima frazione. Young fende la difesa concludendo in sottomano (15 punti). Pancotto rimette Vitali e il capitano aggira splendidamente la difesa casertana appoggiando comodamente al ferro. La Vanoli tiene in difesa ed a rimbalzo (27-27) ed entra nella seconda metà dell’ultimo quarto sul +17. Bell cesella una splendida reverse dalla linea di fondo. mentre in difesa la Vanoli non molla di un centimetro e Cusin rientra a proteggere il ferro negli ultimi 3 minuti. Caserta torna a -15 all’inizio dell’ultimo minuto ma Vitali dalla lunetta fissa il vittorioso finale 66-81.

Clicka sul link del tabellino