Nella consueta conferenza stampa del venerdì, Coach Galbiati ha presentato la quarta giornata del girone di ritorno, di scena domenica a Varese, “squadra molto rinnovata rispetto all’andata. Sono una squadra lunga, che ruota in undici e che consente quindi diverse soluzione e la diluizione dei minutaggi tra i giocatori. Il loro leader, Luis Scola, non ha bisogno di presentazioni: è una macchina da canestri, da qualsiasi posizione. La sua esperienza è innegabile, offensivamente e difensivamente. E’ il faro dell’attacco varesino, fa gravitare molto le difese su di lui creando al contempo soluzioni per i compagni. Dove non arriva con il fisico arriva con l’astuzia. Ma tutto il roster è di qualità, al netto delle problematiche che hanno attraversato. Sono appena usciti da un periodo bruttissimo in cui tutto il team ha contratto il virus; hanno disputato tre gare toste, concluse con una vittoria importante su Brindisi. Hanno aggiunto un nuovo giocatore, il centro Egbuno, che potrà avere un impatto fisico importante.

Noi, dal canto nostro, siamo un po’ stanchi e acciaccati. TJ Williams non si è praticamente mai allenato. Sta meglio rispetto alla settimana scorsa, ma non sappiamo ancora se riuscirà ad essere della partita.  Nonostante ciò, c’è sempre una bella energia durante la settimana. Veniamo da buone prestazioni di squadra dove ci è mancato qualcosa per portare a casa il risultato. Conosciamo i nostri limiti. C’è stata una gran reazione da parte del gruppo alla sconfitta contro la Virtus. Vogliamo tornare a vincere”.