Domenica 21 novembre alle ore 20:45, la Vanoli Cremona tornerà di scena al PalaRadi per affrontare, in diretta televisiva su RAI Sport HD, la Carpegna Prosciutto Pesaro. A presentare la sfida il coach biancoblu Paolo Galbiati:

“Siamo a presentare la partita con la VL Pesaro, ultimo match prima della pausa per la Nazionale. Affrontiamo la Carpegna Prosciutto, che in questo momento ha sicuramente una situazione di classifica non semplice ma che è una squadra insidiosa, con uno dei migliori allenatori d’Europa, Luca Banchi, e con giocatori di tutto rispetto.

Per noi è stata una buona settimana, con grande disponibilità e voglia di provare a limare alcuni degli errori che commettiamo in partita. Martedì abbiamo svolto un allenamento con una cattiveria che non si era mai vista, la stessa cosa anche mercoledì e giovedì. È un processo di crescita che va avanti e siamo noi che dobbiamo crederci ogni giorno. Dobbiamo capire che non manca molto ad esplodere definitivamente e dobbiamo trovare le chiavi per accendere definitivamente questa squadra.

Abbiamo fin qui lavorato discretamente ma abbiamo ancora un paio di allenamenti, prima della partita, per mettere ancor più benzina nel motore e fissare ulteriormente alcuni dettagli. Vediamo come risponderà il campo. La speranza è quella di fare risultato per poi, durante la pausa, recuperare Peppe Poeta che non giocherà domenica e che è il nostro giocatore con l’acciacco più importante. Senza fare troppi calcoli, ogni partita vale due punti e si è visto come abbiamo rischiato di vincere con Milano e perso in modo più largo altri incontri che sembravano alla nostra portata. Vincere ci permetterebbe di affrontare la pausa con la testa più libera.

Quando scendiamo in campo non abbiamo paura di perdere, altrimenti è meglio se stiamo a casa. Sappiamo che Pesaro è una buona squadra che ha giocato benissimo a Venezia e ha infilato due buone prestazioni sia con Trento che con la Virtus. È vero che viene da una brutta partita, la settimana scorsa con Napoli, ma ha in Delfino, che sta giocando un’altra stagione incredibile, un vero leader oltre ad aver inserito buoni americani che si stanno ancora ambientando. Tanto però dipenderà dal nostro approccio e dalla voglia di stare insieme e combattere. Quello che dobbiamo fare è evitare i black out durante i quaranta minuti e togliere alcune sbavature dal nostro gioco”.