Coach Demis Cavina ha presentato alla stampa la Supercoppa LNP 2022

Si è svolta presso il CRIT – Polo per l’innovazione digitale di Cremona, la conferenza stampa del coach della Vanoli Basket, Demis Cavina, per presentare la Supercoppa LNP 2022 che prenderà il via, per i biancoblù, sabato sera alle 20:30 al PalaRadi contro la JuVi Ferraroni Cremona e che vedrà impegnate, nello stesso girone, anche l’UCC Assigeco Piacenza e la Gruppo Mascio Blu Basket Treviglio. È stata naturalmente l’occasione per fare anche il punto sulla preparazione precampionato svolta fino a questo momento.

“La Supercoppa arriva nella parte centrale della preparazione – ha esordito coach Cavina; questi saranno test importanti perché ufficiali ma più che per il risultato, saranno utili per testare gli allenamenti fatti fino ad oggi e per capire il livello di comprensione e la conoscenza del gruppo che sono stati raggiunti. Per quanto mi riguarda sono estremamente soddisfatto di quello che stiamo facendo; c’è tanta energia e tanta voglia, oserei dire oltre le più rosee aspettative. Questo è un gruppo che ha riposato poco per quello che era il programma e ha lavorato sempre molto bene. Ad oggi il lavoro è stato soddisfacente grazie anche al ritiro che ha velocizzato la conoscenza reciproca.

Con la squadra, parlo di difesa fin dal primo allenamento. È quella parte del gioco che ti permette di avere una certezza anche il giorno in cui la palla non entra nel canestro. Penso che la difesa dia una identità alla squadra e per questo deve essere organizzata in tutti i dettagli. Per come siamo strutturati, sarà fondamentale per noi, e in questo senso sto vedendo grandi miglioramenti, soprattutto negli allenamenti. La stagione sarà lunga e se riusciremo a difendere con continuità e qualità potremo arrivare fino in fondo.

Per quanto riguarda gli infortuni, non ne parlo mai, mi limito a dire quella che è la situazione. Non esistono precauzioni, ma solo dati di fatto: Cannon e Piccoli, in questo momento, stanno lavorando a parte ma sono in buone mani.

Venendo alla prima partita di sabato, sappiamo che è una partita molto sentita ma a livello tecnico-tattico non mi aspetto grandi differenze. Noi siamo consapevoli che dobbiamo crescere tanto, ma penso che sia una cosa comune a tutte le squadre. Per Cremona deve essere una festa. Non so se sarà un test con una bella pallacanestro, è comunque un derby e verrà vissuto come tale. Anche se è difficile chiamare amichevoli queste partite ufficiali, vanno comunque lette per il periodo in cui si giocano. Ci serviranno per vedere quello che è stato fatto e capire quanto bisognerà fare in futuro.

La JuVi Ferraroni è neopromossa ma ha fatto scelte intelligenti; mi sembra una squadra che ha costruito un quintetto di assoluta qualità. Mi piace anche la scelta che hanno fatto di andare su due giocatori delle nazionali giovanili. È un bel mix di giovani ed esperienza. Sarà inoltre un piacere incontrare coach Crotti che ho avuto modo di vedere in campo nelle partite della scorsa stagione”.

Torna su