Coach Cavina ha presentato la trasferta ad Agrigento: “Sarà fondamentale la gestione del ritmo”

Alla vigilia della partenza per Agrigento dove la Vanoli Cremona disputerà il suo primo incontro in trasferta di questo campionato di Serie A2 Old Wild West 2022/2023, coach Demis Cavina ha incontrato i giornalisti per presentare la partita contro la Moncada Energy:

“Abbiamo un solo obiettivo: la ricerca della continuità che riguarda il gioco, i risultati e il miglioramento delle nostre esecuzioni offensive e difensive. Continuità è la parola che ho ripetuto più spesso in settimana. Dobbiamo provare a essere continui e a migliorare sotto questo aspetto. Per farlo abbiamo bisogno di stare meglio anche dal punto di vista fisico. Avevamo un po’ di scorie prima di Piacenza, portate dalle tante partite ravvicinate che abbiamo giocato; stiamo provando, con un grande lavoro dello staff, a toglierci quelle rimaste.  Vogliamo trovare, in settimana, continuità di lavoro, portando la squadra ad avere un eccellente stato di forma, cercando anche di mantenerlo nel tempo, vista la lunghezza e la tipologia del campionato.

La trasferta lunga non sarà un peso. La società non lascia nulla al caso: la programmazione è iniziata tempo fa e tutto è sempre fatto in funzione di arrivare al top alla partita. Dobbiamo anche ringraziare Agrigento che ci dà una mano ospitandoci per l’allenamento di domani pomeriggio.

Agrigento è una di quelle squadre che ha un ottimo fattore campo, ha un allenatore di cui ho sempre apprezzato il lavoro, ha giocatori di categoria e ha qualche scommessa. Giocano con grande intensità e ci aspettiamo una partita ad alto ritmo viste le caratteristiche dei loro giocatori. Dovremo essere molto bravi a gestire il loro alto ritmo e portarlo su quelli che a noi sono più consoni.

Con Piacenza è stata una vittoria importante perché arrivata contro una squadra molto in forma, a cui dobbiamo fare i complimenti. Anche in quel caso abbiamo avuto alti e bassi ma, come dico sempre, nelle difficoltà dobbiamo aggrapparci alla nostra liana che è la continuità difensiva.

Non finiremo mai di scoprire il valore delle nostre avversarie, nel senso del loro valore tecnico. Tante squadre, infatti, cambieranno nel corso dell’anno. Per quanto ci riguarda è presto per dare un giudizio sul nostro gioco anche se ad oggi sono molte più le cose positive di quelle negative. Per fare però una valutazione più approfondita dobbiamo aspettare le prime sette, otto giornate di campionato. Questo naturalmente vale anche per le altre squadre. Un giudizio più indicativo sull’andamento del campionato e su di noi arriverà verso fine novembre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su