La Vanoli vince 63-73 lo scontro salvezza all’Adriatic Arena di Pesaro e aggancia la Consultinvest in classifica ribaltando la differenza canestri. Un passo importantissimo in una corsa salvezza lunga ancora cinque partite. Cremona è brava nel secondo quarto a rientrare in partita dopo che i padroni di casa erano arrivati ad avere 10 punti di vantaggio (33-23) e lo fa grazie soprattutto al grande ex Elston Turner che con sette punti consecutivi (12 per lui nel quarto) risponde a Jones e rimette i biancoblu in partita all’intervallo lungo (33-30). La Vanoli impatta poi ancora con Turner al 25′ (39-39) e prova a mettere la freccia con le triple di Harris e Mian (41-45). Pesaro ha una reazione d’orgoglio che la riporta in parità (47-47) ma il canestro finale di Turner lascia in vantaggio la Vanoli al 30′ (47-50). Nell’ultimo quarto Cremona rimane costantemente avanti grazie ai punti di Johnson-Odom (6), Thomas (5) e Wojciechowski (8) e chiude la partita 63-73.

I PROTAGONISTI – Cremona la vince di squadra portando quattro uomini in doppia cifra. Su tutti però la prova di Turner che con 20 punti (5/9 da tre punti) e 11 rimbalzi mette a segno una doppia doppia determinante contro la sua ex squadra. Per Pesaro ci sono 18 punti e 11 rimbalzi per Jones e 19 punti di Clarke.

IL DATO – In una partita dove la tensione è alle stelle Cremona è brava a portarla sui propri binari, difendendo forte nella seconda parte dell’incontro, tirando meglio sia da due (52.4% contro 42.9%) che da tre punti (38.9% contro 29.2%) e perdendo 2 palloni in meno di Pesaro.

IL MOMENTO CHIAVE – La reazione di Cremona nel secondo quarto, nel momento di maggior difficoltà, ridà fiducia alla Vanoli. Il tiro di Turner a fine terzo quarto manda l’inerzia definitivamente dalla parte degli uomini di Lepore che da quel momento non si voltano più indietro.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket