Non bastano 50 minuti di gioco alla Vanoli per sfatare il tabù Masnago. Anche in questa occasione infatti, come nelle precedenti dieci, i biancoblu escono sconfitti dal palasport varesino. L’Openjobmetis porta così a casa una partita infinita, caratterizzata da molteplici cambi di fronte, e chiude con il punteggio di 110-105. Unica consolazione per i ragazzi di coach Galbiati, quella di aver mantenuto la differenza canestri con Varese  grazie al +13 dell’andata.

LA CRONACA – Partono contratte le due squadre con Cremona che però sfrutta i cinque punti di Hommes per il 3-9 che costringe subito Varese al time out. Quattro punti di Scola danno la scossa ai padroni di casa che tengono aperto un parziale di 12-0 per il 15-11 e questa volta è Cremona che ferma il gioco. Le triple di Beane e Cournooh chiudono il quarto sul 21-18. Varese, in avvio di secondo periodo scappa subito sul 28-19 e coach Galbiati è costretto immediatamente a chiamare il suo secondo time out. Mian e Scola si rispondono da tre poi Cremona con Hommes e Mian ricuce sino al 33-31 a metà quarto. La tripla di Palmi dall’angolo riporta avanti la Vanoli (33-34) ma è ancora Scola da tre seguito due volte da Beane che rilancia Varese (43-34). Cremona sfrutta però cinque punti di Hommes e otto di Poeta, compresa la tripla sulla sirena, per chiudere avanti 48-49 all’intervallo. Si riprende con grande equilibrio e con le percentuali in attacco che si abbassano. Qualche palla persa di troppo della Vanoli permette a Varese di andare a +6 (60-54) poi un 5-0 firmato da Mian riporta i biancoblu a un solo punto con Varese che chiama time out. Cremona spara a salve da tre, poi cinque punti di Scola e tre di Hommes scrivono il 67-64 Varese al 30’. Si riparte con Hommes che segna da tre e subisce il fallo di De Vico per il gioco da 4. Risponde Jakovics e poi ancora Palmi da tre per il 70-71. Douglas per il nuovo vantaggio Varese (75-73) e time out di coach Galbiati. Cremona lascia quattro rimbalzi offensivi agi avversari nella stessa azione e perde Mian per cinque falli. La tripla di Jakovics è pesante per l’81-75. Poeta risponde dalla lunetta e con il runner pareggia a 81. Varese va a +4 a 90 secondi dal termine e Cremona ferma il gioco. Poeta e Cournooh la ribaltano per il +2 Cremona ma Strautins pareggia 87-87 sulla sirena e si va al supplementare. Festival di triple nel primo extra time con Poeta, Cournooh, Ruzzier e Beane che si rispondono da oltre l’arco, ma i cinque minuti aggiuntivi non bastano e si va al secondo overtime sul 95-95. Cremona, che ha fuori anche Hommes per falli, si aggrappa a Poeta ma Varese riesce, grazie a Beane, a prendere tre punti di vantaggio che diventano cinque con i due di Scola. Ci prova due volte Palmi, la prima tripla per il meno due va a segno, la seconda no e Scola la chiude 110-105 ai liberi.

I PROTAGONISTI – Per Cremona Poeta mette a referto il suo massimo in carriera per punti, segnandone 30 con 4/7 da tre, e aggiunge anche 5 rimbalzi e 7 assist per 36 di valutazione. In doppia cifra anche Hommes, uscito per falli nel primo supplementare, con 22, Mian con 13, Cournooh con 15, Palmi con 10 e Jarvis Williams con la solita doppia doppia da 11 punti e 13 rimbalzi. Varese trova il miglior Beane della stagione con 27 punti e 5/9 da tre. Scola chiude con 30 punti, 10 rimbalzi e 36 di valutazione, Douglas con 17 punti e 10 rimbalzi e Jakovics con 13 punti.

IL DATO – Cremona subisce a rimbalzo perdendo nettamente 59-45 ma soprattutto ne concede 16 in attacco che si trasformano in seconde, terze e a volte quarte opportunità per Varese. La Vanoli segna tre triple in più (17 contro 14) tirando meno di Varese da oltre l’arco (39 volte contro 43) ma è meno precisa da due pur tirando di più (17/43 contro 20/41). Cremona recupera 7 palloni contro i 3 di Varese ma ne perde uno in più dei padroni di casa (12/11).

IL MOMENTO CHIAVE – In una partita dove le due squadre si sono alternate al comando recuperando anche svantaggi quasi da doppia cifra, il canestro di Strautins è fondamentale per mandare la contesa ai supplementari. La tripla di Beane a 89 secondi dal termine del secondo overtime lancia Varese sul 105-102. Cremona, nonostante gli ultimi tre punti di Palmi non ha più le forze per rientrare.

Foto Morgano/DueEsseGroup