Archiviato il test amichevole di sabato scorso contro la neopromossa Dolomiti Energia Trento e con una settimana di preparazione in più nelle gambe, il livello si alza di un’ottava domani pomeriggio, alle 18.30, con la prima sfida del quadrangolare ‘Gianni Brusinelli’. Ad attendere i biancoblù sul parquet del Pala Trento, infatti, ci sarà la rinnovata Acqua Vitasnella Cantù di coach Stefano
Sacripanti
. Al torneo parteciperanno anche la Granarolo Bologna e la sopra citata Aquila Basket Trento che si affronteranno invece nella seconda semifinale, in programma alle 20.30. La sfida per il terzo posto si terrà domenica, alle 16.30, mentre il programma si completa alle 18.30 con la finalissima.

Ecco di seguito un’istantanea circa il momento che stanno attraversando i brianzoli, nostri prossimi avversari.

 Stagione 2013/2014 – L’estate di avvicinamento al campionato è ricca di importanti cambiamenti che coinvolgono sia la gestione tecnica, che l’assetto societario. Andrea Trinchieri si trasferisce Kazan e così le chiavi della panchina vengono affidate nuovamente a Stefano ‘Pino’ Sacripanti, canturino di origine e maturato come allenatore proprio nella formazione della sua città vincendo tre scudetti giovanili. Dopo l’esonero di Franco Ciani, nel dicembre del 2000 viene promosso capo allenatore e nel 2003 guida la squadra alla conquista della Supercoppa Italiana contro gli allora campioni d’Italia in carica della Pallacanestro Treviso. Nel 2007 passa alla Scavolini Pesaro, prima di ritornare nel 2013. Inoltre, l’ex team manager della società, Daniele Della Fiori, viene nominato nuovo direttore sportivo andando a sostituire Bruno Arrigoni, mentre Acqua Vitasnella diviene il main sponsor della Pallacanestro Cantù. Sul campo, la formazione del presidente Anna Cremascoli risponde positivamente conquistando l’accesso alle Final 8 di Coppa Italia (subito sconfitta dalla Grissin Bon Reggio Emilia, 84 a 77), alle Last 32 di Eurocup e chiudendo terza in campionato, qualificandosi ai playoff mantenendo l’imbattibilità casalinga per l’intera regular season. La scalata verso il successo si arresta però nei quarti di finale, dove viene eliminata, come successo nell’annata precedente, dall’Acea Roma.

Squadra: i confermati – Sono Awudu Abass e Stefano Gentile gli unici due giocatori rimasti in terra canturina. Abass, nato a Como nel gennaio del 1993 e di ruolo ala piccola, è un prodotto del vivaio e da tre anni è parte integrante del roster della prima squadra con cui, nel 2012, ha vinto una Supercoppa Italiana. Stefano Gentile, figlio del famoso ‘Nando’ e fratello maggiore di Alessandro, sbarca a Cantù nell’estate del 2013 dove, al suo primo anno, si rende protagonista con 10,4 punti a partita e 1,8 assist di media a gara, meritandosi la chiamata in nazionale in vista delle qualificazioni ai campionati europei del 2015.

Squadra: gli arrivi – Dieci nuovi acquisti hanno di fatto rivoluzionato l’assetto della squadra. Vestiranno infatti i colori biancoblù:  Darius Johnson- Odom, playmaker di 187 cm nato a Raleigh, nel North Carolina, il 28 settembre del 1989. Uscito dal college di Marquette, nel 2012 è stato scelto al Draft  dai Dallas Mavericks, per poi passare immediatamente ai Los Angeles Lakers con cui ha giocato 4 gare in NBA. La sua carriera è proseguita tra D–League, Russia e una nuova avventura NBA, con i Philadelphia 76ers, dal mese di marzo. James Feldeine, guardia statunitense di passaporto domenicano in arrivo dal Baloncesto Fuenlabrada, in ACB, dove è rimasto negli ultimi due anni affermandosi come una delle rivelazioni del campionato. Arriva invece dall’Angelico Biella, in Legadue Gold, il play erbese Giacomo Bloise, protagonista dell’ottima stagione dei piemontesi contribuendo, con i suoi 5,7 punti e 1,6 assist di media a partita, alla qualificazione ai playoff e alla conquista della Coppa Italia di categoria da parte della formazione di coach Corbani. Altro italiano in arrivo da Biella, dove vi è rimasto per quattro annate consecutive, è la guardia Marco Laganà che va ad aggiungersi agli innesti di Damian Hollis, ala forte anch’egli reduce da una strepitosa stagione a Biella (18,1 punti e 6,6 rimbalzi di media a gara), e DeQuan Jones, ala piccola con  all’attivo 62 partite con gli Orlando Magic (2012-2013) e che ora militava in D–League (Reno Bighorns). Completano la rosa il nazionale croato classe ‘91 Ivan Buva, il centro giramondo Eric Williams (206 cm per 128 kg), il pivot senegalese Cheikh Mbodj (che ha chiuso la stagione in Grecia a 9,3 punti, 6,7 rimbalzi e 1,5 stoppate di media), e il lungo canturino di origine e formazione Giacomo Maspero dalla Centrale del Latte Brescia, in Legadue Gold.

Squadra: le partenze –  Per quanto riguarda la stagione sportiva ormai alle porte, non avranno più l’opportunità di portare lustro al prestigioso club di via Volta l’ala con cittadinanza neozelandese Marcel Jones trasferitosi in patria ai Canterbury Rams, il centro statunitense con passaporto giamaicano Adrian Uter (Leones de Ponce, Porto Rico), la guardia Roberto Rullo (Pallacanestro Mantovana), e la storica bandiera Maarten Leunen, ora in Germania al Ratiopharm Ulm. Salutano anche l’ex Leonessa Brescia Michael Jenkins e il pluricampione italiano Denis Marconato. Sempre tra gli addii, spiccano quelli del play Joe Ragland che si è accasato all’Olimpia Milano, di Pietro Aradori, fresco di presentazione al Galatasaray, in Turchia e del centro della nazionale del ct Simone Pianigiani, Marco Cusin, attualmente free agent.

Impegni recenti – Il successo arrivato all’esordio stagionale a Teglio, contro i Tigers Lugano (98 a 61), è stato bissato il giorno successivo grazie alla vittoria conquistata ai danni dell’Acea Roma, durante il ‘Memorial Gianatti’. I brianzoli hanno portato a termine una grande rimonta e nel finale sono riusciti a mandare i titoli di coda sul match con il punteggio di 59 a 52.

Focus sul test: chi sarà in campo – Per la sfida con la Vanoli, il coach non potrà contare su Giacomo BloiseGiacomo Maspero, sulla guardia Marco Laganà e sull’americano di passaporto domenicano James Feldeine, che si aggregherà alla squadra lunedì.