+Watt, azienda leader nella produzione di integratori alimentari e prodotti per il corpo, rinnova la propria partnership con la Vanoli Family, confermandosi come partner scientifico ufficiale della Vanoli Basket Cremona.

+Watt nasce nel 1997; viene fondata da Marco Favaron e Guido Vantini, provenienti dalla ricerca scientifica, sia in Italia che all’estero, e da esperienze sportive professionistiche. L’azienda sin dalla nascita, è stata guidata da alcuni valori fondanti: la ricerca della qualità dei prodotti, la salvaguardia della salute, il miglioramento dell’esperienza sportiva e della performance dei propri clienti. Ha scelto di garantire prodotti di grande qualità attraverso l’uso di materie prime di eccellenza e di effettuare la produzione in house per poter avere il massimo controllo sulla totalità dei suoi prodotti. +Watt con oltre 80 prodotti a catalogo, studiati per rispondere ad ogni esigenza di integrazione quotidiana, mantiene la sua offerta al passo con il progresso scientifico aggiornando costantemente i nuovi prodotti a catalogo.

Dott. Stefano Sinelli, CEO di +Watt
“Vanoli Basket è portatrice di ideali e valori comuni a +Watt: gioco di squadra, famiglia, cooperazione. Sono convinto che siano le persone a fare la differenza, che si parli di sport o di impresa. Sono felice quindi di poter mettere non solo i nostri migliori integratori, ma anche tutta la sapienza e la consulenza dei nostri esperti di integrazione a disposizione della Vanoli Basket, a cui va il mio più vivo in bocca al lupo per uno splendido campionato, non solo perché Cremona è la mia città natale, ma perché la squadra lo merita davvero”.

Jacopo Torresi, preparatore atletico della Vanoli Basket Cremona
“+Watt offre da due stagioni il proprio contributo nei successi della Vanoli Basket. Competenza, professionalità e disponibilità sono le basi che hanno fatto si che questo sodalizio si potesse consolidare giorno dopo giorno offrendo un vero e proprio supporto nel perseguimento dei nostri obiettivi. Con grande stima e gratitudine porgo sentiti ringraziamenti in nome della squadra e dello staff tecnico e sanitario”