La Vanoli torna dalla Sardegna con una sconfitta. La Dinamo Banco di Sardegna Sassari si impone 102-86 al termine di una partita che, vista l’indole delle due squadre in campo, non poteva che essere da montagne russe. Solo il primo quarto di fatto si è dimostrato equilibrato (23-21) poi Sassari, nel secondo parziale, prova una prima volta a scappare portandosi, grazie a un break di 14-0, avanti di 16 punti (43-27) per poi toccare anche diciassette punti di vantaggio sul 50-33. La Vanoli limita i danni riuscendo ad andare al riposo lungo con soli 10 punti di svantaggio (50-40), grazie al 0-7 di contro parziale finale. Nel terzo quarto tutto si ribalta e Cremona confeziona un periodo da 19-30, con 6/10 da tre punti, che la riporta in vantaggio sul 67-70 per poi chiudere al 30′ avanti 69-70. Ma gli ultimi dieci minuti sono solo di Sassari che ritrova l’inerzia dell’incontro grazie soprattutto all’energia e ai canestri di Polonara. I padroni di casa producono infatti un nuovo contro parziale di 33-16 che permette loro di portare a casa l’incontro.

I PROTAGONISTI – Cremona ha in Martin, Portannese (al suo massimo in serie A) e Drake Diener i migliori realizzatori con 15. Martin è anche il miglior biancoblu a rimbalzo con 7. Oltre a loro anche Fontecchio va in doppia cifra con 12 mentre Darius Johnson-Odom si ferma a quota 9.  Per Sassari tre uomini oltre i 20 punti. Planinic ne mette 23 con l’81.8% da due punti (9/11), Polonara 20 con l’80% da due mentre Bostic altri 20 con il 66.7% da tre (4/7).

IL DATO – Cremona cattura più rimbalzi degli avversari (26-37) con ben 16 offensivi ma si scontra con la grande precisione al tiro di Sassari. Se riesce infatti a limitare l’impatto del 15/31 da tre (48.4%) dei padroni di casa con un altrettanto positivo 13/28 (46.4%) da oltre l’arco, non riesce a fare altrettanto con il 67.7% da due (23/34) della Dinamo subendo oltre misura i canestri dentro l’area di Planinic e Polonara.

IL MOMENTO CHIAVE – Il quarto periodo, iniziato con l’inerzia nelle mani della Vanoli che era riuscita a recuperare uno svantaggio di 17 punti, vede invece la Dinamo trovare subito l’energia giusta per riportarsi in vantaggio oltre la doppia cifra. Cremona prova a riportarsi sotto grazie ai canestri di Portannese ma Sassari chiude con la tripla di Pierre per il + 16 finale.