Partita dai mille rimpianti per la Vanoli che al termine di una prestazione di alto livello, dopo aver condotto per larghissimi tratti, deve arrendersi ad una coriacea Ferrara. Gli estensi dimostrano perché hanno 20 punti in classifica e occupano ad oggi la terza piazza e sono stati bravi a sfruttare una serie di episodi sfortunati della Vanoli su tutti l’infortunio di Ariazzi a pochi istanti dalla fine del terzo periodo. Cremona comincia la gara con il piede giusto rispettando il piano partita e colpendo Ferrara con contropiedi micidiali e tiri in transizione. Ferrara controbatte colpo su colpo e nessuna delle due squadre riesce mai a piazzare la vera zampata al match. Sono i padroni di casa ad esprimere la pallacanestro migliore, la palla si muove continuamente, tutti i giocatori sono pericolosi sia in penetrazione che dal perimetro e nonostante i problemi di falli di Strautmanis, costretto in panchina per quasi tutti i primi 20’, i biancoblù conducono meritatamente all’intervallo. Alla ripresa delle ostilità Ferrara parte meglio ma la Vanoli è brava a rispondere e tocca il “più 7” dopo 3’ con un contropiede concretizzato da Baggi. Gli ospiti rimangono in partita grazie al talento di Natali, bravo a costruirsi dal palleggio alcuni canestri difficili, e soprattutto ai rimbalzi d’attacco riuscendo sul filo della sirena del terzo periodo ad operare il primo sorpasso del match. I ragazzi di coach Baiardo però non accusano il colpo, e nonostante la rinuncia ad Ariazzi tornano avanti guidati dalla verve di Strautmanis. A 2’ dalla fine sul “più 2” la svolta: i cremonesi effettuano un grande stop difensivo, sul ribaltamento di fronte costruiscono un ottimo tiro per Baggi (19 punti fino a quel momento) che potrebbe uccidere la partita. Purtroppo la conclusione non va a buon fine e nell’azione successiva Strautmanis commette il quinto fallo. Ferrara è brava ad approfittarne prima pareggiando dalla lunetta e poi operando il sorpasso. L’ennesima beffa avviene a 40” dalla sirena quando sul “più 2” Ferrara sbaglia ma riesce a mettere le mani sulla palla vagante permettendo a Bonanni di segnare l’unica tripla della sua gara che di fatto chiude i giochi. Il risultato non premia la Vanoli che comunque sfodera una delle migliori prestazioni stagionali al cospetto di un’ottima squadra e si appresta ad iniziare il girone di ritorno consapevole che tutte le partite sono da giocare, senza partire battuti contro nessuno.

VANOLI YOUNG 73
VIS FERRARA 79
Vanoli Young: Bandera 8, Spoldi 3, Trunic 2, Garini 7, Ariazzi 12, Strautmanis 13, Feraboli 7, Bonazzoli 2, Penna, Baggi 19, Chiozza, Bertoglio. All. Baiardo. Ass. Beluffi-Testi.
Vis Ferrara: Branchini 2, Bonanni 9, Antoci 8, Castaldini, Balducci 2, Natali 27, Bacilieri, Tomcic 5, Tedeschi 10, Caloia 14, Manojlovic 1, Guidi. All. Lilli.
Arbitri: Coffetti e Sordi.
Parziali: 22-19; 39-34; 54-56.