Finalmente!!! Finalmente si sono visti ben 25 minuti (gli ultimi) in cui tutti i ragazzi scesi in campo hanno dato l’anima per provare ad aggiudicarsi un incontro che aveva preso una brutta piega, non tanto per il punteggio (sempre in sostanziale equilibrio), quanto per un inizio molle e senza idee. 25 minuti ‘da squadra vera’. Grazie anche alla scossa data da tutte le forze partite dalla panchina, si è vista una Vanoli Young combattiva come mai quest’anno, mostrando una determinazione convincente, con facce davvero diverse dal solito. E anche il pubblico si è fatto coinvolgere sostenendo utilmente i ragazzi per tutta la seconda parte. A questo punto passano in secondo piano la prestazione non eccelsa sul piano tecnico, le tante ingenuità e persino il risultato finale, consistente in una sconfitta di due soli punti. Onore al merito di Desenzano (squadra quadrata, discretamente organizzata, molto buona fisicamente), ma la Vanoli Young avrebbe parimenti meritato i due punti. La sconfitta (con un solo quarto perso, di soli tre punti) non deve pertanto abbattere i ragazzi biancoblu, che devono però impegnarsi per dare continuità all’atteggiamento mostrato oggi perché non venga ricordato come la classica “rondine che non fa primavera”.

VANOLI YOUNG 64
DESENZANO 66
Vanoli Young: Bovarini 6, Ferrari, Rubini 7, Sentati, Lanzini 2, Fermini, Maffezzoni 1, Quarantani, Penna 34, Volpi 4, Natalicchio, Bertoglio 10. Allenatore: Sangalli.
Desenzano: Bolzoni 17, Franceschi 7, Oliosi 11, Rossi 2, Salandini, Lorenzoni 2, Rodella 22, Saiani, Teodori, Gilioli 5. Allenatore Ronchi.
Arbitro Corbari.
Parziali: 14-13; 18-18; 16-19; 16-16.

Ufficio Stampa
Vanoli Basket