“Volevamo riscattare la brutta prestazione contro Trieste e ci siamo riusciti”. Ospite della trasmissione Basket & Co. a Cremona 1 Tv, il rookie Peyton Aldridge ha analizzato la vittoria contro la VL Pesaro, la sua stagione e l’imminente impegno contro Brescia.

“Durante l’intervallo – spiega “PJ” – coach Meo ci ha detto di non guardare il punteggio e di continuare a giocare duro e con concentrazione, non tanto per la partita in se, ma per il resto della stagione. Così non abbiamo tolto il piede dall’acceleratore e abbiamo continuato a giocare la nostra pallacanestro”.

Contro Pesaro, l’ala da Davidson College con 20 punti ha fatto segnare il proprio season high al PalaRadi (seconda prova oltre il “ventello” dopo i 29 a Brindisi a Santo Stefano), tornando ad incendiare la retina con 5 triple a segno sulle 10 tentate. “Arrivavo da un periodo un po’ difficile al tiro, ma il coach, i miei compagni e il lavoro in palestra mi hanno aiutato a riacquisire fiducia. Continuo ad allenare duramente questo fondamentale ogni giorno per migliorare, e in partita prima o poi il lavoro paga”.

Al suo primo anno da professionista, Aldridge sta viaggiando a 11.6 punti di media a partita con il 39% dall’arco dei tre punti, percentuale ragguardevole soprattutto se si considera che dai 6 metri e 75 tira quasi sette volte a partita. “Per la mia stagione d’esordio dopo il college, al mio primo anno in Europa, non avrei potuto chiedere di meglio: mi diverto in campo e i miei compagni sono diventati i miei amici, la mia famiglia. Stiamo bene insieme, stiamo facendo una super stagione ma dobbiamo continuare a pensare una partita alla volta. Ora c’è Brescia: sappiamo che non sarà una partita facile, loro sono in ripresa e ambiscono ad un posto nei playoff. Noi però vogliamo vendicare il k.o. dell’andata”.