Prosegue la campagna di qualificazione della Nazionale di Meo Sacchetti verso i Mondiali di Cina 2019. Terminata la prima fase eliminatoria con quattro vittorie e due sconfitte, gli azzurri partiranno con 10 punti e da secondi nel girone dietro la Lituania prima di iniziare il round decisivo per staccare il pass verso l’Estremo Oriente. Obiettivo quello di ottenere una qualificazione diretta che manca dal 1998.

Il Mondiale si giocherà nel Paese di Yao Ming dal 31 agosto al 15 settembre 2019. Sarà la seconda edizione con la denominazione FIBA World Cup, la prima a 32 squadre. Diversa anche la formula delle qualificazioni. Per partecipare alla fase finale le squadre dovranno superare due gironi eliminatori i cui match verranno giocati in varie finestre temporali nei due anni precedenti.

Dunque, per poter approdare in Cina, le varie Nazionali, divise in quattro zone (Americhe, Europa, Asia/Oceania e Africa) dovranno giocare dei veri e propri match di qualificazione. Un cambiamento storico rispetto al recente passato in cui la qualificazione era determinata attraverso i risultati ottenuti nelle altre manifestazioni continentali. Unica Nazione qualificata di diritto è la Cina Paese ospitante.

Nuova formula e una scelta diversa per l’inizio della manifestazione: per la prima volta dal 1967 il Mondiale di basket non si disputerà nello stesso anno di quello di calcio FIFA. Una decisione che va oltre il dato sportivo e che potrebbe attirare maggiore attenzione sul basket e sulle campagne di marketing a esso dedicate.

Con Russia 2018 abbiamo assistito al successo di iniziative di marketing virale come quella lanciata da Visa e che ha coinvolto il campione Zlatan Ibrahimovic. Tra i più forti attaccanti dell’ultimo decennio, Ibrahimovic è stato il protagonista di alcuni spot ed è stato affiancato da social influencer che hanno creato video legati alla stessa campagna. Si è ispirata alla Coppa del Mondo anche la promozione Spin&Goal di PokerStars, nuovo gioco a tema calcistico che ha regalato bonus ai giocatori per tutta la durata del torneo di calcio. Bonus e premi offerti anche da Just Eat, l’app internazionale utilizzata per ordinare cibo a domicilio che ha messo in palio dal 4 giugno al 15 luglio una serie di weekend per due persone nei Paesi Europei che hanno ospitato le precedenti edizioni dei Mondiali. E questi sono soltanto alcuni esempi di quello che una manifestazione di livello internazionale porta con sé e del livello di attenzione mediatica ed economica che potrebbe attirare Cina 2019.

Attenzione che potrebbe crescere in maniera esponenziale anche nel nostro Paese in caso di qualificazione della Nazionale di Sacchetti. L’Italia è in piena corsa per ottenere uno dei 12 posti che spettano alle squadre europee. Ha superato con facilità il primo girone (quattro vittorie e due sconfitte negli ultimi due match contro Croazia e Olanda) e dal 14 settembre dovrà vedersela nel gruppo J con l’obiettivo di ottenere quella qualificazione diretta che manca dal 1998. Le avversarie nel secondo gruppo di qualificazione si chiamano Polonia, Lituania e Ungheria.

Due di loro, Polonia e Ungheria, sono ampiamente alla portata di una squadra azzurra che nelle prime partite ha già dimostrato di essere un buon gruppo con le stelle di Della Valle, neo acquisto dell’Olimpia Milano, Aradori e Abass in bella evidenza. La Lituania, da sempre bestia nera della nostra Nazionale, resta un team di livello altissimo seppur in pieno ricambio generazionale. La speranza per Sacchetti e il suo staff è che a settembre possa rientrare in squadra anche Danilo Gallinari, alle prese con l’ennesima stagione costellata di infortuni, ma pronto a riprendersi sulle spalle un gruppo che non può prescindere dalla sua classe e dalla sua esperienza internazionale.

Tre le finestre di qualificazione della seconda fase, una a settembre, una a novembre e una a febbraio. Questo il calendario dei match degli azzurri:

14 settembre 2018 – Italia-Polonia
17 settembre 2018 – Ungheria-Italia
29 novembre 2018 – Italia-Lituania
2 dicembre 2018 – Polonia-Italia
22 febbraio 2019 – Italia-Ungheria
25 febbraio 2019 – Lituania-Italia