“Siamo stati bravissimi, torniamo da Sassari con 2 punti meritati, perché abbiamo fatto un’ottima prestazione”. Ospite a Basket & Co. su Cremona 1 Tv, l’assistente allenatore Simone Bianchi ha analizzato il successo in Sardegna arrivato dopo un tempo supplementare.

“Il primo quarto è stato di grande sostanza, sia fisica che mentale – ha detto Bianchi, 37enne pavese al suo secondo anno in biancoblu -, i 12 assist dei primi 10′ sono sintomo di quanto stiamo bene in campo, di quanto ci cerchiamo e di come ci passiamo la palla, senza egoismo. La loro prestanza fisica a rimbalzo anche d’attacco ha causato un momento difficile nel secondo quarto, ma nella ripresa ci abbiamo messo la giusta energia mentale, riprendendoli anche sul -7 a due minuti dalla fine. Non abbiamo mai smesso di crederci, nonostante le rotazioni ridotte”

Non solo Sassari, ovviamente, perché l’eco della vittoria della Coppa Italia non si è ancora spento. “I primi due giorni dopo la Coppa ci sono serviti per riprenderci dall’adrenalina accumulata, poi abbiamo realizzato che era tutto vero: è stato stupendo, vincere un trofeo con questi ragazzi e questa società è stato un motivo di orgoglio sia personale che di gruppo. Siamo una squadra: più volte durante la stagione le nostre vittorie sono passate da diversi protagonisti. Tutti portano il loro contributo sia in fase difensiva che offensiva. Il nostro leader, Travis, ha come qualità innata il saper passare la palla ed è bello che la squadra rispecchi questa caratteristica”.