La Vanoli riprende il suo cammino in campionato dopo il passo falso di sabato scorso contro Brescia e lo fa continuando a vincere in trasferta (cinque volte su sei dopo questa sera), aggiungendo due punti importanti alla sua classifica. Al PalaPentassuglia di Brindisi i biancoblu sconfiggono i padroni di casa dell’Happy Casa con il punteggio di 80-86.

LA CRONACA – La Vanoli, che mette per la prima volta tra i dieci Stojanovic al posto di Demps, replica l’avvio di Pesaro e dopo soli sette secondi trova la sua prima tripla di giornata in un primo quarto che la vede segnare 31 punti, subendone 16, con Aldridge autore di un 5/5  da oltre l’arco (18 punti per lui nel quarto) e Mathiang a sfruttare bene gli spazi creati sotto canestro (8 punti + 5 rimbalzi). Nel secondo parziale Brindisi comincia a trovare le contromisure giuste e Cremona incontra qualche difficoltà in più ad andare a canestro. Moraschini si accende e con 10 punti permette ai suoi di riavvicinarsi (31-39). Sono ancora i liberi di Aldridge e la tripla di Diener a ridare fiato alla Vanoli. Un canestro da sotto di Ricci fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 34-46. Alla ripresa, dopo quattro punti di Crawford, è ancora l’Happy Casa a trovare le giuste chiavi difensive per limitare la Vanoli in attacco e per rosicchiare ancora qualche punto ai biancoblu.  Cremona sembra rispondere colpo su colpo grazie ai canestri Saunders e Diener e all’ennesima tripla di Aldridge (49-62). Brindisi però produce un parziale di 11-2 che la riporta sotto al 30’ (60-64). Nell’ultimo quarto Cremona prova a riallontanarsi con la schiacciata di Aldridge e la tripla di Diener (63-69) ma l’Happy Casa riesce, grazie a un 5-0 di parziale chiuso con il canestro di Banks, a trovare il primo e unico pareggio di giornata (69-69). Subito però quattro punti di Diener ridanno due possessi di vantaggio alla Vanoli. È la tripla di Ruzzier, ben trovato da Saunders a un minuto dal termine, a dare il vantaggio decisivo a Cremona (76-82). I tiri liberi finali fissano il punteggio sul definitivo 80-86.

MVP – P.J. Aldridge è l’MVP di serata. Il prodotto dell’Università di Davidson mette a segno il suo carrier high italiano con 29 punti frutto di ottime percentuali: 4/7 da due, 6/10 da tre e 3/4 ai liberi. Ci sono anche 4 rimbalzi e un assist nei 35 minuti in campo per un 25 di valutazione finale.

I PROTAGONISTI – Travis Diener gioca la sua miglior partita offensiva con la maglia Vanoli. Il numero sette della Vanoli segna 20 punti con 2/5 da due, 5/9 da tre e 1/2 ai liberi oltre ai cinque assist per i compagni e i cinque rimbalzi catturati per un +18 di plus/minus. In doppia cifra anche Saunders (10 + 7 rimbalzi) e Mathiang (doppia doppia da 10 punti e 10 rimbalzi). Brindisi ha 18 punti da Chappell, 17 da Brown e 16 con 5 rimbalzi da Banks. Ma il migliore è Moraschini con 17 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

IL DATO – Le 16 palle perse a fronte delle sole 5 recuperate rischiano di costare care alla Vanoli. Brindisi ha infatti un saldo migliore con sole 9 perse ma ben 8 recuperate. Cremona però tira decisamente meglio dal campo dove trova un 48.6% (18/37) da due e un 48.1% (13/27) da tre e ha un leggero vantaggio a rimbalzo (43-38).

IL MOMENTO CHIAVE – L’avvio fulminante della Vanoli costringe Brindisi a una continua rincorsa. Sul 69-69 pari Cremona è brava a ritrovare l’inerzia e a chiuderla di fatto con la tripla di Ruzzier a un minuto dal termine.