La Vanoli Cremona in questa stagione non finisce mai di stupire. Gli uomini di coach Sacchetti fermano i Campioni d’Italia dell’A|X Milano al PalaRadi con il punteggio di 76-72 al termine di una gara giocata con grande energia e attenzione ai particolari, una gara nella quale la Vanoli ha trovato le chiavi della vittoria in un’ultimo quarto da 29 punti dopo aver però perso il solo primo parziale 16-24.

LA CRONACA – Si parte nel primo quarto con Milano che prova ad appoggiarsi al gioco interno di Brooks e Tarczewski ma che trova il massimo vantaggio grazie alle due triple di Nunnaly che costringono coach Sacchetti a chiamare time out sul 11-21. Tre punti di Stojanovic riavvicinano i biancoblu ma ancora Nunnally fissa il punteggio al 10′ sul 16-24. Si riprende con Burns che ridà il massimo vantaggio all’Olimpia (16-26). E’ Travis Diener che da la scossa ai suoi con una tripla. Il parziale è di 14-4 con Cremona che trova il vantaggio (30-28). Milano risponde e ritrova quattro punti di vantaggio all’intervallo lungo (32-36). Alla ripresa del gioco Cremona è brava a sfruttare con Saunders e Crawford i numerosi mismatch in post basso e con la tripla di Ricci resta ad un’incollatura nel punteggio (45-46). Sono tre liberi di Nunnally a tempo quasi scaduto che permettono all’A|X di chiudere il quarto in parità (15-15) e di mantenere i quattro punti di vantaggio (47-51). Nell’ultimo periodo però Cremona ha più energie (13 rimbalzi a 7 di cui ben 4 offensivi), ruota bene in difesa e trova ritmo in attacco. Sono cinque punti filati di capitan Travis a dare il vantaggio definitivo alla Vanoli. I tre canestri Crawford a cavallo del 36′ le portano in dote sei punti di vantaggio (64-58) ed è ancora il numero 22 a segnare la tripla del 67-59 (massimo vantaggio interno) a poco più di due dal termine. Milano prova a riavvicinarsi ma è Saunders a rispondere. Nella giostra finale dei liberi Cremona è fredda e determinata. Milano è sconfitta 76-72.

MVP – Crawford segna punti pesanti, Mathiang recupera tanti rimbalzi (13) ma l’MVP è un Saunders in versione all around player come non mai. 13 punti (6/11), 10 rimbalzi, 4 assist, 19 di valutazione per una partita giocata sempre in controllo.

I PROTAGONISTI – Per la Vanoli il miglior marcatore è il solito Crawford con 24 per 22 di valutazione (il migliore di Cremona). Mathiang va in doppia doppia con 12 punti e 13 rimbalzi. Diener la sfiora con 11 punti e 8 assist. Per Milano Tarczewski chiude a 21, Nunnally a 19. Il miglior rimbalzista è Cinciarini con 7.

IL DATO – Cremona non è nella sua miglior serata da tre punti (5/28) ma nonostante questo è brava a sfruttare il gioco interno con i mismatch in post basso di Saunders e Crawford. Ma è l’energia messa in campo che fa la differenza nel finale. Cremona perde meno palloni (13-16) e ne recupera due in più (6-4) ma soprattutto fa la voce grossa a rimbalzo dove vince la contesa (43-35) e trova ben 16 extra possessi offensivi.

IL MOMENTO CHIAVE – Cremona lascia a Milano il solo primo quarto poi è brava a rientrare e a sfruttare la maggior freschezza dei suoi uomini trovando la vittoria in un ultimo parziale dove morde in difesa (21 punti concessi) e trova ritmo in attacco (29 punti segnati) trasformando il -4 iniziale nel +4 finale.